Dall’inferno alle soglie del paradiso in 4 stagioni. (Parte 3)

Arriva la stagione 2016/17, 20 squadre al via nel girone B di Eccellenza. Un nome spicca su tutti, Rimini. I biancorossi approdano in Eccellenza dalla serie C ed è chiaro che sono i favoriti del girone. Noi confermiamo quasi per intero il blocco storico, Poggi lascia il Classe ed arriva Caidi come centrale difensivo un ottimo acquisto, torna all’ovile Fanti ed in avanti si rivede Trovato e come under arrivano Bevitori (98), Matteo Cortesi (98), suo fratello Emanuele (97), Alessandro Monaco dall’Alfonsine (98), poi ci sono i baby di casa Babbi, Osti e Begliardi ed infine arrivano anche Calandra e Baccarini.

Visto che il primo posto è ipotecato ci si chiede chi sarà la seconda forza del girone, noi puntiamo alla parte sinistra della classifica, la stagione passata abbiamo fatto bene ed il gruppo è praticamente lo stesso. La prima partita del nuovo campionato ci vede impegnati in casa con il Sasso Marconi. Nessuno immagina che saremo noi e loro i principali antagonisti del mattatore Rimini. Caidi bagna l’esordio in maglia biancorossa con il gol dell’1-0 poi Guardigli dal dischetto fa 2-0. Nella ripresa sul 2-1 Salvemini, che sostituisce l’acciaccato Bovo, salva il risultato ed arrivano i primi tre punti della stagione. Il nostro inizio è splendido e quando arriva il big match con il Rimini quelli davanti siamo noi. Si gioca al Benelli e per noi è  la squadra più blasonata con la quale ci siamo incrociati in campionato.  La cornice è splendida con lo stadio quasi completamente occupato per i settori aperti e con tifo colorato e corretto, tutto di biancorosso. Finisce 0-0 e chi esce più contento per il punto conquistato è proprio il Rimini che mister Evangelisti imbriglia coprendo ogni via di passaggio per Ricchiuti, giocatore dal passato importante. Passiamo anche il primo turno di coppa e nel secondo incrociamo ancora il Rimini che ci elimina. 

Occupiamo stabilmente la parte alta della classifica e sul nostro campo non passa nessuno. A cavallo tra fine novembre ed inizio dicembre litighiamo un po’ con i direttori di gara e così perdiamo un po’ di punti che alla fine conteranno e non poco. Torniamo alla vittoria sul campo del Faro con un gol di Trovato in zona recupero ed andiamo alla sosta di Natale con vista spareggi serie D.

Il girone di ritorno comincia con il botto, trasferta a Sasso Marconi e vittoria 1-0 con gol di Dall’Agata, vinciamo con un uomo in meno per quasi tutta la partita con due gol annullati ed un rigore sbagliato, abbiamo due “palle così”. Dopo 8 risultati utili consecutivi perdiamo 1-0 a Rimini ma gli mettiamo paura, ma perdere a Rimini ci puo’ sempre stare. Infiliamo poi 10 risultati utili consecutivi con qualche 0-0 di troppo, molto amaro quello con il Massalombarda che resiste in 9 contro 11. La lotta per il secondo posto è tra noi e Sasso Marconi, noi abbiamo il vantaggio degli scontri diretti ma…

A Castrocaro il nodo del nostrno  campionato, sul campo che ci aveva dato il pass per lo spareggio play-off due stagioni prima veniamo superati 2-0 ed il sogno spareggio diventa quasi impossibile. Le ultime tre giornate sono tre vittorie ed uno splendido terzo posto. C’è da ricordare anche la prima tripletta di un biancorosso in Eccellenza, Trovato la rifila al Faro, ed il gol, l’ultimo della stagione, del “figlio del dottore” (nessuna parentela con le civette) nel 4-1 al Faenza che poi “venderemo” ad una squadra americana.

Ma l’ultima di campionato sopratutto la ricorderemo per l’addio al calcio giocato di Fanti e di capitan Guardigli. Di Matteo impossibile non ricordare i gol decisivi che ci hanno permesso di scrivere pagine sportive che non avremmo mai pensato di poter scrivere, ma sopratutto Matteo ha lasciato nello spogliatoio biancorosso la voglia di provare a fare sempre meglio.

Ed il mister, stagione disciplinare mooooooooooolto complicata ma soddisfazioni a volontà e……non è mica finita.

 

Nelle foto Cortesi, Osti, Guardigli e Ricchiuti prima di Classe-Rimini ed un po di “abbracci”.