Trasferta amara!

La prima trasferta della stagione ci porta la prima amarezza. Sotto di due reti, i biancorossi risorgono e riacciuffano il pari per poi cedere nel finale al Ciliverghe.

Diversi cambiamenti di formazione rispetto alla prima di campionato con Dall’Agata in avanti supportato da Noschese (tornato disponibile) e Fabbri. In difesa, rispetto alla domenica precedente, non c’è Valenza ma Ferri. Invariata invece la linea di metà campo.

I primi sussulti sono biancorossi con Dall’Agata e soprattutto Fabbri che vengono fermati dall’estremo di casa. I padroni di casa, spinti dall’ex Atalanta Joelson, prendono campo, ed è proprio lui di testa a portare in vantaggio i locali.

Nella ripresa, su azione d’angolo a nostro favore, la difesa  si fa cogliere di sorpresa e, in contropiede, i gialloblù raddoppiano.

Il colpo che sembrava del k.o., risveglia il proverbiale cuore dei nostri ragazzi che trovano l’1-2 con un rigore di De Rose. L’espulsione di Joelson dà ancora più spinta ai ragazzi di Evangelisti che prima sfiorano il pareggio poi, come la domenica precedente, pescano dalla panchina per il gol del pareggio: è Arrondini appena entrato ad approfittare di una distrazione difensiva e a realizzare il pareggio.

A questo punto c’è anche l’idea di realizzare il colpaccio ma i nostri ragazzi hanno speso tanto e fa caldo. Un difettoso intervento difensivo regala il nuovo vantaggio ai padroni di casa. Poco dopo anche Caidi lascia il campo per espulsione e, sbilanciati in avanti, rischiamo più di subire il 4-2 che non di realizzare il 3-3.

I padroni di casa colpiscono un palo e sfiorano ancora il gol sempre con il neo entrato Del Bar. 

La brutta notizia è che usciamo con 0 punti; la bella è che abbiamo avuto ancora la prova che ce la possiamo giocare con tutti.

Belle cose in avanti con diverse occasioni create, meno bene le cose dietro con un pizzico di deconcentrazione, anche se va riconosciuto che i nostri avversari vantano una prima linea di tutto rispetto; consideriamo anche che, Bovo a parte, la linea difensiva è composta da baby che possono patire anche l’emozione e l’inesperienza.

Domenica in casa (si fa per dire) arriva il Reggio Audace (che è la rinascita della Reggiana!), che va naturalmente presa con le dovute attenzioni a dispetto dell’inizio traballante (un solo punto in due partite). Ma siamo in questo campionato per misurarci con realtà più grandi di noi e ogni partita ci darà lo stimolo a migliorarci perciò avanti senza paura e sempre forza Classe.

La formazione del Classe: Bovo, Okonkwo (14° s.t. Valenza), Ferri (47° s.t. Montemaggi), Monaco (23° s.t. Ricci Frabattista), Sedioli, Caidi, Fabbri (14° s.t. Arrondini), Ballardini, Dall’Agata, De Rose (47° s.t. Fiaschini), Noschese. A disposizione Palermo, Felli, Centonze, Innocenti Allenatore Stefano Evangelisti.

Foto tratte dal giornaledibrescia.it